Giardini con ingresso libero a Firenze: luoghi segreti della città e dintorni

Agosto 24  2011 by Katie

Un giretto per la città: i giardini di Firenze.


Se c’è una cosa che a Firenze non manca sono splendidi giardini e parchi. E mentre agosto volge al termine, i giardini diventano luoghi ideali in cui rifugiarsi – grazie all’ingresso libero – e sufficientemente grandi e facili da percorrere.

Il primo giardino, il parco Stibbert, è uno di quelli che amo frequentare di più. Il suo museo si trova nei pressi del quartiere di Statuto, in Via Stibbert 26; alle sue spalle,il parco libero che è chiuso soltanto i martedì.


Fu costruito dal suo proprietario, Fredrich Stibbert, uomo d’affari inglese, nato a Firenze. All’architetto Giuseppe Poggi fu poi affidato l’incarico di trasformarlo da comune giardino in elegante giardino all’inglese. Le scuderie furono ordinate da Stibbert e da sua madre, grande appassionata di cavalli. Sono innumerevoli i punti in cui sedersi e ammirare il panorama in questo parco ombreggiato. Al suo interno si trova un tempio egizio, in riva a un laghetto artificiale, edificato da Stibbert fra il 1862 e il 1864 a ricordare il suo amore per l’Egitto.
 


Posto appena fuori da Porta Romana, il Bobolino è un giardino in pendenza che giunge fino in Viale Macchiavelli. Composto da pendii erbosi e scalinate, rappresenta il posto ideale in cui rilassarsi all’ombra. Con le sue aiuole e vasche, questo giardino è un vero piacere per gli occhi del visitatore. In soli 20 - 30 minuti di passeggiata lungo il sentiero che costeggia la strada, si raggiunge Piazzale Michelangelo. Non mancano al suo interno lussureggianti alberghi e residenze. Goditi una passeggiata e lasciati conquistare dalle sue incantevoli ville e dalla vista su Firenze!

Sull’altro lato di Piazza della Libertà si trova il Giardino dell’Orticoltura con la sua imponente serra, habitat di meravigliose farfalle. Gli ingressi sono due: uno da Via Bolognese e un altro da Via Vittorio Emanuele. Costruito da Giacomo Roster nel 1879 per la Società Toscana di Orticoltura, il Giardino dell'Orticoltura, con il suo imponente padiglione o tepidario in acciaio e vetro viene utilizzato per la mostra di fiori e piante coltivate tutto l’anno. Intorno al padiglione, il giardino possiede inoltre un’area giochi molto tranquilla per i bambini. 



Attraverso un passaggio pedonale oltre la ferrovia si accede al Giardino degli orti del Parnaso, una piccola area verde posta su un dislivello panoramico, dove spicca una fontana a forma di serpente o drago, che si snoda fantasiosamente sulla scalinata. L’ingresso a questa parte del giardino è da Via Trento.

Ciascuno di questi giardini regala un momento di tranquillità e riflessione durante la visita a Firenze e rappresenta un luogo in cui esplorare e godersi la bellezza dei fiori, dei paesaggi e delle ville. 

Conosci qualche altro giardino a Firenze?
Lasciati ispirare >
Hotel Lungarno
Firenze (Toscana)
Borgo Scopeto Relais
Castelnuovo Berardenga (Toscana)
Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
Luna di miele: i 5 migliori hotel in Italia
Consigli per una luna di miele romantica negli hotel più affascinanti d’Italia  Luna di miele: qual è la meta migliore per il viaggio da sogno con la tua dolce metà? Sdraiati in spiaggia o Leggi l'articolo completo >>

Hotel consigliati

Lupaia (Toscana)
Del Golfo (Toscana)
Il Tosco (Toscana)
Giardini con ingresso libero a Firenze: luoghi segreti della città e dintorni