La vera spada nella roccia: San Galgano

Dicembre 26  2010 by Katie

La leggenda di Galgano Guidotti: la vera storia della spada nella roccia è tutta italiana


San Galgano, Toscana - La vera spada nella roccia San Galgano, Toscana - La vera spada nella roccia Credits: Enrico Baccarini


Ti ricordi il film Disney “La spada nella roccia”? Ti ricordi dove era ambientata la storia? 
Bene, si diceva fosse vagamente ambientata nell’Inghilterra medievale, ma la storia della spada nella roccia è in realtà tutta italiana. Si tratta delle vicende del giovane figlio di un nobile che si rese conto di non avere uno scopo nella vita. Secondo la leggenda Galgano Guidotti nacque nel 1148 e, assistette all’apparizione dell’arcangelo Michele, il quale gli indicò la strada per la salvezza. Galgano si dedicò quindi a una vita contemplativa in uneremo. Mentre si recava a salutare per l’ultima volta la sua amata, il suo cavallo si spaventò e fece cadere Galgano per terra. A quel punto il giovane si sentì sollevare da una forza invisibile. Una voce gli parlò e lui non poté fare a meno di ascoltarla. La forza lo fece giungere a Montesiepi, una collina nei pressi della città natale Chiusdino.
 

La Cappella di MontesiepiLa Cappella di Montesiepi


Credits: Wikimedia


La voce lo condusse fino alla sommità dove vide un tempio rotondo con Gesù e la Vergine circondati dagli apostoli. Una volta lì, la voce gli disse di abbandonare la sua vita agiata e lui rispose che sarebbe stato più facile a dirsi che a farsi, facile come rompere una pietra con una spada. Con estrema facilità la spada di Galgano penetrò nel letto di roccia. Lui capì il messaggio e decise di intraprendere una vita di povertà. Strinse amicizia con gli animali selvatici; di tanto in tanto qualche contadino si recava sulla collina per ricevere una benedizione. Un giorno il diavolo inviò un assassino travestito da monaco, ma i lupi selvatici che vivevano con Galgano divorarono l’assassino fino all’ultimo boccone. Il giovane morì nel 1181 all’età di 33 anni e dopo quattro anni fu nominato santo. Il vescovo di Volterra offrì Montesiepi ai monaci cistercensi affinché costruissero un reliquiario per le spoglie di Galgano. Essi posero la prima pietra nel 1185 e crearono una cappella tondeggiante conosciuta come la Cappella di Montesiepi.


Credits: Windoweb


La cappella si trova sulla collina al di sopra dell’abbazia e la spada funge da elemento portante. Da qui è possibile godere dall’alto della splendida vista sulla chiesa. Le spoglie di Galgano furono perdute per qualche ragione dopo il suo funerale; a sorpresa solo la sua testa venne ritrovata. Si dice che su di essa abbiano continuato a crescere ricci dorati per svariati anni dopo la morte del giovane. Fu quindi posta nella cappella laterale, mentre le ossa distrutte delle braccia dell’assassino furono collocate in un’altra cappella. Il capo di San Galgano è attualmente conservato nel Museo dell’Opera del Duomo in Siena.


Nel 1218 l’ordine dei monaci cistercensi eresse l’Abbazia di San Galgano.


L'Abbazia di San GalganoLCredits: Gallo Tours


In linea con lo stile gotico-cistercense, l’edificio è imponente e rivela il grande seguito che ebbe San Galgano. Nel XIV secolo il potere dell’abbazia crebbe in misura esponenziale grazie ai vari imperatori. La ricchezza e il potere si protrassero fino al XVI secolo, quando infine la Repubblica di Siena e il Papa si trovarono in disaccordo. Nel 1506 Papa Giulio II vietò che si celebrasse la liturgia all’interno dell’abbazia.



Pian piano quindi l’abbazia di San Galgano iniziò a scomparire, divenendo un luogo di raccolta di materiali edili. A seguito di razzie la gente iniziò a vendere parti della chiesa. Le lastre di piombo del tetto furono solo alcuni tra i primi elementi a essere venduti. Il tetto crollò infine nel 1768 e ora la sua mancanza aumenta la spiritualità di cui in passato parlò San Galgano. Grazie alla possibilità di ammirare il cielo toscano, ora può condurre una persona a uno stato di totale appagamento.


Ti affascinano le tradizioni toscane? Sottoscrivi il nostro RSS , seguici su Twitter e Facebook potrai ricevere tutti gli aggiornamenti!


Per gentile concessione di My Armoury.

Lasciati ispirare >
Hotel Lungarno
Firenze (Toscana)
Borgo Scopeto Relais
Castelnuovo Berardenga (Toscana)
  1. [...] A lazy Sunday morning, I awoke having no idea I would visit this little town. Scarperia was founded in 1305 with the name of Castel S. Barnaba. It is in the province of Florence and it the most famous for it’s workshops of handmade knives. [...]

Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
Luna di miele: i 5 migliori hotel in Italia
Consigli per una luna di miele romantica negli hotel più affascinanti d’Italia  Luna di miele: qual è la meta migliore per il viaggio da sogno con la tua dolce metà? Sdraiati in spiaggia o Leggi l'articolo completo >>

Hotel consigliati

Lupaia (Toscana)
Del Golfo (Toscana)
Il Tosco (Toscana)
La vera spada nella roccia: San Galgano