Milano: la Pinacoteca di Brera

Luglio 22  2011 by Giulia

Dimenticata da molti e – come sostengono alcuni – maltrattata dalla classe dirigente, ma difesa dai suoi manager e dai suoi sostenitori.


Credits: Flickr


Biasimata da chi la ama ma vorrebbe vederla migliore e più efficiente: stiamo parlando della Pinacoteca di Brera, un gioiello di inestimabile valore nel centro di Milano, che di recente ha assistito a un processo di rinascita tutto meritato visto che si tratta di uno dei musei di maggior valore e fascino dedicati alla pittura internazionale.

Una rinascita che ha avuto il suo apice nel 2009, in occasione del bicentenario di una collezione richiesta da Maria Teresa d’Austria, la quale aveva un rapporto particolare con altre importanti istituzioni presenti in Via Brera: l’imponente edificio rinascimentale che ospita l’Accademia di Belle Arti, lo storico Osservatorio astronomico, i Giardini botanici e la Biblioteca nazionale di Brera. A Brera hanno regolarmente luogo numerosi eventi culturali che coinvolgono varie forme d’arte, come l’annuale Quartetto per Brera, i concerti con arie di Verdi che si sono svolti lo scorso maggio e le aperture gratuite ogni ultimo giovedì del mese. Queste sono solo alcune delle iniziative tese a richiamare l’attenzione dei cittadini nei confronti dei tesori della Pinacoteca.
 

Credits: Flickr


Il percorso espositivo si sviluppa in 33 sale che offrono un’ampia prospettiva sull’arte della pittura, dallo stile gotico medievale a quello del XX secolo. Una considerazione speciale è riservata ai capolavori degli artisti lombardo-veneti, anche se le collezioni comprendono altresì importanti lavori dei maestri del Rinascimento fiorentino e del centro Italia, oltre a ospitare quelle di pittori stranieri molto importanti.

Nella Pinacoteca di Brera è possibile ammirare capolavori senza tempo come il Cristo morto di Andrea Mantegna e la Madonna col Bambino e un coro di cherubini dello stesso artista. Un’intera sala è dedicata a Lorenzo Lotto, Tiziano e Tintoretto, con il bellissimo Ritrovamento del corpo di San Marco.

È inoltre possibile ammirare le opere dei maggiori pittori rinascimentali come la Pala di Brera di Piero della Francesca, il suo ultimo lavoro, alcune opere del Bramante, il quale fondò il Rinascimento milanese durante il suo soggiorno nella città meneghina durante il quale dipinse il Cristo alla colonna, e persino Raffaello, il cui Sposalizio della Vergine è senza dubbio uno dei dipinti maggiormente degni di nota della collezione.


Credits: Flickr


La Pinacoteca ospita anche opere di Caravaggio ugualmente famose. A questo artista di Bergamo è dedicata la sala 29, in cui è possibile ammirare capolavori come la Cena in Emmaus e la Canestra di frutta, oltre a numerose opere degli artisti caravaggeschi del XVII secolo.


A Brera si possono altresì trovare le opere di pittori stranieri. Un’intera sala è infatti dedicata a due degli artisti più influenti della Scuola fiamminga: Rubens e il suo amico e discepolo Antoon Van Dyck.

Infine nella collezione figurano anche le opere degli artisti macchiaioli del XIX secolo, il famoso artista romantico Hayez – la cui opera principale, Bacio, è esposta qui – e le opere di grandi artisti contemporanei come il futurista Boccioni (La città sale), Modigliani (L’Enfant gras) e addirittura Picasso (Testa di toro).


 


Credits: Flickr

Visitare la Pinacoteca di Brera è un’esperienza preziosa, un tour ben strutturato attraverso la storia della pittura, contraddistinto da capolavori immortali e altri importanti lavori compiuti da artisti meno conosciuti ma altrettanto interessanti per la vitalità e lo sviluppo della pittura italiana nel corso dei secoli.

La Pinacoteca di Brera è aperta dal martedì al sabato, dalle 8.30 alle 19.15 (la biglietteria chiude alle 18.30). Su richiesta sono disponibili audio-guide o visite guidate.

Seguici su Twitter e Facebook. Sotoscrivi anche il nostro RSS!

Lasciati ispirare >
Hotel Laguna - Chia Laguna
Chia (Sardegna)
L Essenza Sensory Oasis
Torpe (Sardegna)
Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
Gli aeroporti di Milano
Come raggiungere Milano in aereoPhoto credits: Nerys HowellL'atterraggio in uno degli aeroporti di Milano è sempre emozionante, con le Alpi innevate che vi danno il benvenuto in Italia. Leggi l'articolo completo >>
Milano: la Pinacoteca di Brera