Una visita ad Altamura, città ricca di sorprese storiche e gastronomiche

Aprile 21  2011 by Sara

Scarica la Guida Viaggio della Puglia >Scarica la Guida Viaggio della Puglia >

 

Altamura è un’interessante cittadina dell’entroterra barese, situata a 45 km dal capoluogo di regione, Bari.

È conosciuta per vari motivi, tra cui l’“uomo di Altamura”, lo scheletro di un ominide pre-neandertaliano perfettamente conservato che risale a 400.000 anni fa e che fu scoperto in una grotta calcarea vicino al centro abitato. È tuttora conservato nella grotta di Lamalunga, dove è possibile intraprendere un tour virtuale e ammirare i resti dell’ominide con occhiali 3D.

Credits: Flickr

Non meno importante è, poi, il famoso pane. Secondo il poeta latino Orazio, quello di Altamura è il “pane migliore del mondo, tanto che il viaggiatore diligente se ne porta una provvista per il prosieguo del viaggio…”. Non è detto che tu sia davvero obbligato a portartene via in abbondanza, ma nella città pugliese potrai trovare questo pane in forme rotonde di varie dimensioni: piccola, media, grande e molto grande, proprio quanto la ruota di una macchina!

Il famoso pane di AltamuraIl famoso pane di AltamuraCredits, Flickr

Percorrendo le vie del centro storico si possono ammirare le antiche mura della città.

Altamura: una piccola città ricca di sorpreseAltamura: una piccola città ricca di sorprese
Una loggia dà sul cortile di Palazzo Viti, risalente al XV secolo. La cattedrale di Altamura fu invece commissionata dall’imperatore Federico II nel 1232. La sua elegante facciata in romanico pugliese fu abbellita con un imponente portone di pietra scolpita del 1534. I rilievi intagliati raffigurano importanti scene della Bibbia.
Subito dopo la cattedrale si trova l’edificio del comune, ospitato in un ex convento francescano edificato nel XVI secolo

Cosa visitare ad Altamura: la Cattedrale Cosa visitare ad Altamura: la Cattedrale

Nella visita alla città non può mancare una sosta al Caffè Ronchi, ubicato accanto alla cattedrale, per gustare non solo un buon espresso ma il famoso liquore alle noci “Padre Peppe” prodotto artigianalmente dal bar. Esso deriva dalla distillazione delle noci in alcol puro per 3 anni, poi il tutto viene filtrato e lasciato a invecchiare per altri due anni. Vale la pena di attendere, “Padre Peppe” è davvero delizioso!

Lasciati ispirare >
Relais Corte Altavilla
Conversano (Puglia)
Villa Cenci Relais Masseria
Cisternino (Puglia)
Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
I 5 vini migliori della Puglia
I vini pugliesi: snobbati in passato, celebrati oggiCredits: Flickr Anche se sono sempre stati apprezzati e consumati a livello locale, fuori dai confini regionali i vini rossi pugliesi sono Leggi l'articolo completo >>

Hotel consigliati

Le Alcove (Puglia)
Una visita ad Altamura, città ricca di sorprese storiche e gastronomiche