Le Isole Tremiti

Agosto 05  2011 by Sara
Puglia | Isole Tremiti | Gargano | Foggia | Vieste | Rodi | Termoli | Solare | Hotel sul mare

Paradiso sottomarino


Credits: Flickr


Le Isole Tremiti sono un piccolo arcipelago di rara bellezza nel Mare Adriatico, a nord della penisola del Gargano. San Domino, San Nicola, Capraia, Cretaccio e Pianosa, sono le cinque piccole isole che costituiscono le Isole Tremiti e rappresentano una famosa meta turistica grazie al blu cristallino delle acque che le circondano e alle bellezze sia sottomarine che presenti sulla terraferma.

San Domino è l’isola dotata del maggior numero di strutture turistiche e vanta l’unica spiaggia di sabbia. San Nicola è l’isola dell’arcipelago in cui vive la maggior parte dei 350 residenti. É sede di un monastero in cui fu sepolto un monaco di nome Nicolò. 


Credits: Flickr


La leggenda narra che in tutte le occasioni in cui si tentò di portare via dall’isola le spoglie del santo, si scatenò una violenta tempesta impedendo la navigazione intorno all’isola. Solo San Domino e San Nicola sono abitate, anche se è possibile visitare le altre tre isole via mare per poter godere a pieno dei paesaggi aspri e delle straordinarie possibilità di immersione offerte dalle acque circostanti.

La leggenda vuole che il dio greco Diomede sbarcò nell’arcipelago, morì e vi fu sepolto e che i suoi compagni furono tramutati in “diomedee”, uccelli marini che nidificano tra le rocce di San Domino. Le formazioni rocciose più importanti sono il Crepaccio e la Vecchia. L’isola di San Nicola rappresenta il cuore storico delle Isole Tremiti con il suo Castello e la Chiesa di Santa Maria del Mare che ospita un mosaico della Madonna Nera.


Credits: Flickr


Le isole sono state abitate fin dai tempi del neolitico. I monaci benedettini arrivarono sulle isole durante il IX secolo e durante l’XI secolo furono costruiti la chiesa e il Monastero benedettino (1045). Durante l’Impero romano, l’arcipelago fu utilizzato per la prima volta come luogo di confino. Giulia Minore, la nipote di Augusto, fu esiliata sull’arcipelago per 20 anni, fino alla sua morte, quando lo zio scoprì il suo adulterio. Quella di Giulia Minore fu l'inizio di una lunga serie di esili e incarcerazioni nel corso dei secoli fino a quando, nel XX secolo, l’ultimo capo di stato ad usare le isole per questo scopo fu Benito Mussolini. Durante il periodo fascista, il futuro Presidente della Repubblica Sandro Pertini fu confinato proprio in queste isole.


Credits: Flickr


Nel 1843, con l’intento di ripopolare le isole, re Ferdinando II delle Due Sicilie fece insediare molti indigenti provenienti dei bassifondi napoletani che divennero in larga parte pescatori. Le Isole Tremiti sono oggi una riserva marina protetta e grazie al loro ambiente unico al centro delle acque blu del mare Adriatico, costituiscono l’habitat naturale di una ricca fauna marina.

Le isole costituiscono una rinomata meta per gli appassionati di immersione grazie alla presenza di numerose calette e grotte sottomarine nelle acque dell’arcipelago. I subacquei possono esplorare non solo le straordinarie grotte sottomarine e le barriere coralline ma anche un relitto di 24 metri di epoca romana al largo della Cala Zio Cesare di San Domino.


Credits: Flickr


Molte delle meravigliose grotte di San Domino offrono scenari appartati e nascosti grazie al profilo tortuoso della costa. Cala Matano, Cala Tramontana e Cala delle Arene (l’unica spiaggia di sabbia dell’intero arcipelago) meritano tutte una menzione speciale. Le profumate pinete che proseguono lungo quasi le rive di San Domino sono il luogo ideale per praticare attività di trekking non troppo impegnative e l’isola è abbastanza piccola da poter essere attraversata a piedi in circa due ore. Le escursioni in barca alle numerose grotte costiere dell’arcipelago vengono effettuate tutti i giorni dai porti di San Domino e San Nicola. Visto che solo San Domino e San Nicola sono abitate, se si ha in programma di visitare una delle altre tre isole è fondamentale munirsi di pranzo al sacco.

I traghetti diretti verso le isole Tremiti partono da Rodi, Peschici, Vieste, Manfredonia e Termoli. È possibile raggiungere l’arcipelago anche con l’elicottero partendo dall’aeroporto di Foggia.


Ti piace l'Italia e i suoi tesori? Seguici su Twitter e Facebook. Sottoscrivi il nostro RSS e ti terremo sempre aggiornato!

Lasciati ispirare >
Relais Corte Altavilla
Conversano (Puglia)
Villa Cenci Relais Masseria
Cisternino (Puglia)
  1. Jessie says:

    Interesting history and terrific scenery. Another jewel of Puglia!

  2. saretta says:

    Puglia is full of unexpected, hidden treasures. It's definitely worth a visit!

  3. Breezy says:

    Looks absolutely stunning. Hope to make it out there one day! Thanks for the info.

Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
I 5 vini migliori della Puglia
I vini pugliesi: snobbati in passato, celebrati oggiCredits: Flickr Anche se sono sempre stati apprezzati e consumati a livello locale, fuori dai confini regionali i vini rossi pugliesi sono Leggi l'articolo completo >>

Hotel consigliati

Le Alcove (Puglia)
Le Isole Tremiti