Vallombrosa: una fuga dalla calura di Firenze

Aprile 18  2011 by Katie

Fuggire da Firenze è sempre vantaggioso, specialmente se desideri scampare alla calura estiva. Puoi allora sfruttare una soleggiata giornata d’estate per visitare Vallombrosa e organizzare anche un picnic.



Vallombrosa, sulla sommità di una collina dove l’inverno scivola via lentamente, mi ha lasciata a bocca aperta. Mi trovavo assieme a una guida turistica molto preparata che conosceva benissimo la zona. Mentre ci arrampicavamo sul tetto del mondo, iniziavo ad avere mal d’auto. Una curva dopo l’altra, ad ogni angolo potevamo ammirare un panorama nuovo delle colline nascoste dalle nuvole. Siamo giunti in una zona della collina dove sembrava di essere ai confini del mondo; le nuvole ci passavano accanto come se fossimo in paradiso e, allontanandosi, si lasciavano dietro un fresco venticello, segno che l’inverno stava scivolando via lentamente. La neve copriva ancora il suolo e non riuscivo a credere che solo a pochi minuti dalla città ci si potesse trovare in una stagione completamente diversa.



A Vallombrosa si trova un famoso monastero che sorge su una collina ed è completamente circondato da un bosco verde. Vallombrosa è una località sulle colline della Toscana e rappresenta un’ottima via di fuga dalla soffocante calura estiva di Firenze. Trovandosi nel bel mezzo di una foresta, l’aria è molto più fresca e respirabile di quella di città. La zona è inoltre celebre per l’antiquariato e sono molti i negozi e i mercanti che si occupano di restaurare o commercializzare mobili antichi.



La prima sede dell’ordine dei Vallombrosani fu fondata nel 1040 da San Giovanni Gualberto, un nobile fiorentino che cambiò stile di vita dopo aver ricevuto dal Crocefisso della chiesa di San Minato al Monte un segno di approvazione con il capo per aver perdonato l’assassino del fratello. Si dice che l’ordine fu soppresso nel 1808 e venne ripristinato nel 1963; oggi conta 20 monaci che vivono nel monastero e si occupano delle visite all’edificio da parte dei turisti.



Tra il XVIII e il XIX secolo molti inglesi si recarono in visita a Vallombrosa che finì per diventare una famosa meta turistica. Wordsworth la visitò nel 1837 e scrisse “At Vallombrosa”, poesia che richiamò l’attenzione di molti inglesi, i quali decisero di partire proprio alla scoperta di questo luogo.


In alta stagione questa zona accoglie numerosi visitatori che vi si recano per ammirarne la bellezza. Vallombrosa è un luogo ideale per organizzare un pic nic all’aria aperta con gli amici. E se desideri trascorrere una o due notti, sono tanti gli hotel che offrono un ambiente confortevole in cui rilassarsi.


Photo Credits: Katie Greenaway


Sottoscrivi il nostro RSS e seguici su Twitter e Facebook!
 
Lasciati ispirare >
Hotel Lungarno
Firenze (Toscana)
Borgo Scopeto Relais
Castelnuovo Berardenga (Toscana)
Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
Luna di miele: i 5 migliori hotel in Italia
Consigli per una luna di miele romantica negli hotel più affascinanti d’Italia  Luna di miele: qual è la meta migliore per il viaggio da sogno con la tua dolce metà? Sdraiati in spiaggia o Leggi l'articolo completo >>

Hotel consigliati

Lupaia (Toscana)
Del Golfo (Toscana)
Il Tosco (Toscana)
Vallombrosa: una fuga dalla calura di Firenze