Sirene, sole e limoni a Sorrento

Aprile 29  2011 by Laura Thayer
Campania | Costiera Amalfitana | Isola di Capri | Pompei | Napoli | Capri | Sorrento | Amalfi | Affamato di cultura | Hotel sul mare

Sorrento è una bellissima meta turistica distesa su una scogliera che domina il golfo di Napoli.


Sirene, sole e limoni a SorrentoSirene, sole e limoni a Sorrento

A poche ore a sud dal capoluogo campano, la città sembra essere distante anni luce dalle caotiche vie di Napoli. Situata al centro della penisola a cui dà il nome, Sorrento è un eccellente punto di partenza per scoprire la vicina costiera amalfitana, le rovine storiche di Pompei ed Ercolano e l’isola di Capri.

La bellezza di Sorrento ha sempre catturato i suoi visitatori fin dall’antichità, da quando i greci hanno navigato per queste acque e si sono lasciati meravigliare dal lungomare montuoso della penisola sorrentina e della costiera amalfitana. È lungo questa costa leggendaria che il vecchio autore greco Omero scrisse a proposito delle sirene, le seducenti creature metà donna e metà pesce che attiravano con l’inganno i navigatori di passaggio, facendoli cadere nella loro trappola mortale con i loro canti sensuali. Sorrento deve il suo nome a questa storia mitologica, all’antica parola greca che stava per “sirena”. Un altopiano naturale con accesso al mare offriva quindi un luogo ideale e sicuro per la nascita del primo insediamento greco, conosciuto oggi come Sorrento.


Costiera amalfitana - panoramicaCostiera amalfitana - panoramicaCredits: Flickr


La città si adagia su un’altura posta al di sotto dei Monti Lattari, le alte vette della dorsale della penisola sorrentina. Sorrento dispone di due porti, quello di Marina Piccola, da cui partono i traghetti da e per Napoli, Capri, Ischia e la costiera amalfitana, e il più pittoresco porto di Marina Grande (in primo piano in alto), un pittoresco villaggio di pescatori. Percorrendo l’antico passaggio greco che porta a Marina Grande si capisce come questo porto sia sempre stato isolato rispetto alla parte alta di Sorrento, meglio protetta e circondata da mura. Scegli una giornata soleggiata per goderti un buon pasto sul lungomare circondato da casette colorate e fila di barche da pesca.


Costiera amalfitana - SorrentoCostiera amalfitana - Sorrento

Quando si giunge a Sorrento via mare, si arriva a Marina Piccola, posizionata appena al di sotto del centro cittadino. Da qui è possibile salire su per la ripida gola oppure prendere uno degli autobus locali che portano a Piazza Tasso. Questa affollata piazza si trova nel cuore di Sorrento ed è un luogo piacevole dove passeggiare tra la gente del posto nelle sere estive, quando la zona diventa pedonale. Le terrazze del vicino Grand Hotel Excelsior Vittoria offrono splendide vedute panoramiche del golfo di Napoli e del Vesuvio in lontananza.


SorrentoSorrento

Corso Italia è la via principale di Sorrento e attraversa, con i suoi negozi, Piazza Tasso. Se la si percorre in direzione ovest si giunge alla Cattedrale con il colorato campanile a righe rosse e gialle. Non lasciare che la sua facciata tutta bianca del XX secolo ti dissuada dall’ammirarne i bellissimi interni. Nella chiesa si possono trovare infatti esempi di intarsi, una delle attività artigianali tradizionali della città. Durante la visita in questo luogo sacro, non dimenticare di osservare le porte e l’imponente coro: potrai così apprezzare la sapiente maestria degli artigiani e forse inizierai a guardare con più attenzione i negozi di oggetti intarsiati che si trovano nel centro storico di Sorrento.


SorrentoSorrento

Camminando per il grazioso centro storico si possono percorrere le stesse strade costruite secoli fa dagli antichi greci. Il progetto prevedeva che corressero verso est e ovest, in modo da catturare la massima quantità di luce solare, e verso nord e sud per sfruttare la fresca brezza marina proveniente dal golfo di Napoli. Ristoranti, boutique e negozi con in vendita i prodotti locali animano oggi queste vie. Una delle specialità di Sorrento a cui non si può rinunciare è il limoncello artigianale, un liquore prodotto a partire dai limoni coltivati nei giardini terrazzati della penisola sorrentina.


Sorrento - Chiostro della chiesa S.FrancescoSorrento - Chiostro della chiesa S.FrancescoCredits: Flickr


Il bellissimo chiostro della chiesa di San Francesco, risalente al XIV secolo, è uno dei luoghi più silenziosi della città. Una passeggiata al suo interno permette di ammirare il mix di stili architettonici evidente soprattutto negli archi: sui primi due lati si possono notare archi a tutto sesto, mentre sugli altri si osservano archi ogivali. Il chiostro e il bel giardino sono un’oasi di calma durante le giornate estive. Appena fuori si trovano i giardini della Villa comunale che sono dotati di una terrazza che domina il golfo di Napoli e che costituiscono uno dei luoghi migliori da cui ammirare il tramonto di sera e godersi la bellezza di Sorrento.


Scopri la bellissima Campania. Sottoscrivi il nostro RSS, seguici su Twitter e Facebook. E rimani aggiornato!

Lasciati ispirare >
Hotel Laguna - Chia Laguna
Chia (Sardegna)
L Essenza Sensory Oasis
Torpe (Sardegna)
Articoli consigliati TUTTI GLI ARTICOLI >>
I 10 migliori fumetti italiani
“Occorre guardare tutta la vita con gli occhi di un bambino”: è quanto amava ripetere Henri Matisse quando voleva enfatizzare il suo amore per la vita a dispetto dei problemi e delle Leggi l'articolo completo >>
È arrivata l’ora del caffè. Qual è il tuo preferito? (Infografica)
Una pausa caffè all’italiana: quale tipo di caffè ordineresti? Espresso, macchiato, americano…Esistono tantissimi tipi di caffè e innumerevoli modi diversi di berlo. Gli italiani sono famosi Leggi l'articolo completo >>
La top 5 dei dessert italiani: dolci tipici!
Quali sono i dolci italiani più conosciuti? Un viaggio in lungo e in largo nelle tradizioni culinarie italiane alla scoperta dei 5 dolci tipici più appetitosi dello stivale.Come già Leggi l'articolo completo >>
Sirene, sole e limoni a Sorrento